Allerta Malattie Pericolose Per I Nostri Cani: Ecco Come Prevenire…

L’estate si avvicina e con essa aumentano le possibilità che il nostro amico a quattro zampe possa ammalarsi. Con le alte temperature i vettori di parassitosi (animali che trasmettono malattie ai cani) si attivano con il caldo. I principali vettori sono pulci e zecche che, apparentemente poco importanti, sono invece molto dannosi per i nostri cani.

amicicani_2850911_31072009126 Oltre a provocare allergie con importanti dermatiti, procura la malattia di Lyme, ovvero un’infiammazione alle articolazioni accompagnato da sintomi come vomito, febbre, dolore muscolare, la manifestazione di erlichiosi e la babebiosi da cui potrebbe sopraggiungere la morte dei cuccioli.

Fortunatamente esistono alcuni rimedi per difendere i nostri amici pelosi: ci sono delle fialette che vanno applicate sulla cute del cane nella zona in cui non riesce a leccarsi e sarà in grado quindi di difenderli dalle intrusioni estive.

Oltre ai più comuni, esistono parassiti come la leishmaniosi e filariosi. La prima interviene inizialmente sulla cute e successivamente si insinua nella circolazione sanguigna. Può portare alla morte a causa di una insufficienza renale. Tutt’ora non esistono terapie efficaci ma solo dei farmaci che rallentano il progredire della malattia.

Mentre la filariosi è un parassita che colpisce direttamente il cuore del nostro cane, fino a farlo smettere di battere completamente. A differenza della leishmaniosi, per la filariosi esiste una cura ma è abbastanza rischiosa e il nostro cane potrebbe portare con sè i segni della malattia.lyme-disease-co-infections-babesiosis-life-cycle-300x240

Dato che le cure per questi parassiti non sono abbastanza efficaci o addirittua inesistenti, allora è meglio prevenire. Questi parassiti si insinuano nel corpo del cane a causa di punture di zanzare o di pappataci. Dunque per prevenire dobbiamo procurarci un collare specifico per tenere lontano gli insetti o usiamo degli spray repellenti.

Tenere lontano i nostri cuccioli da stagni e acquitrini, queste zone pullulano di insetti fatali.

Condividi