Questo serial killer di 30 anni apprende che è stato condannato a morte. La sua reazione fa gelare il sangue

Nikko Jenkins, un uomo nero di 30 anni, è il primo condannato a morte dopo la reintroduzione della legge capitale in Nebraska, come riportato sul Daily mail.

Per questo l’uomo è stato processato da un tribunale degli Stati Unito per l’omicidio di: Juan Uribe-Pena, 26 anni (11 agosto 2013), Jorge Cajiga-Ruiz, 29 anni (11 agosto 2013), Curtis Bradford, 22 anni (19 agosto 2013) e Andrea Kruger, 33 anni (21 agosto 2013). In solo 11 giorni ha ucciso 4 persone.
Jenkins si è difeso da solo, puntando sui gravi sintomi di una malattia mentale, che ha da quando aveva 15 anni e che è stata sottovalutata. Il processo non si è svolto davanti ad una giuria popolare perché, come è noto, questa è una opzione che viene data agli imputati di reati capitali.

All’annuncio da parte del giudice alla condanna a morte, ciò che ha stupito è stata la reazione sul volto sfregiato e tatuato del condannato.Per molte persona la sua reazione è stata agghiacciante.

ECCO IL VIDEO BUONA VISIONE:

Condividi