VIETATO ENTRARE! 10 Luoghi che non ti è permesso visitare

Più un luogo è vietato, più viene voglia di visitarlo. La scritta “vietato entrare” per alcuni è quasi un invito a fare il contrario.

La storia abbonda di casi di persone sperdute nel deserto del Nevada alla ricerca della famigerata Area 51 o di alcuni che si sono gettati in mare aperto alla ricerca di un tesoro e non si sono avute più tracce.Purtroppo non si può avere tutto, quindi mettetevi il cuore in pace ed evitate questi dieci luoghi che non ti è permesso visitare. Ecco perché:

Deposito globale di semi di Svalbard

Questa struttura è situata in Norvegia nell’arcipelago delle isole Svalbard sulle isole Spitsbergen a 1.300 chilometri dal Polo Nord.

Si tratta di un deposito di sementi costruito apposta in caso di cataclismi, crisi alimentari o perdita accidentale del patrimonio genetico a causa di calamità artificiali come per esempio l’esplosione di una bomba atomica. L’ultima risorsa dell’umanità per preservare l’agricoltura.

La struttura è stata aperta nel 2008 ed è a tutti gli effetti una banca di massima sicurezza considerata una tra le più protette sicure resistenti del mondo.

Deposito-globale-di-semi-di-Svalbard
Deposito-globale-di-semi-di-Svalbard

Scavata ad una profondità di 120 metri all’interno di una montagna contiene al suo interno ben 250 milioni di semi provenienti da tutto il mondo da utilizzare solo in casi di estrema necessità.

L’isola è stata scelta perché non si trova in una zona sismica e perché situata 130 metri sul livello del mare, il che preserverebbe il deposito anche in seguito all’innalzamento di quest’ultimo.

Inutile dire che l’accesso alle strutture è proibito a chiunque tranne ad un piccolo numero di ricercatori. Gli addetti che si occupano di conservare e salvaguardare i semi.

Tomba di Qin a Xi’an

il mausoleo del primo imperatore Qin a Xi’an si trova in Cina è del più importante sito archeologico del paese. I lavori per la sua realizzazione durarono diversi anni dal 246 a 208 a.C. e vi presero parte oltre 700 mila prigionieri.

Si tratta di un esteso complesso funerario occupante l’enorme area complessiva di 8,8 chilometri quadrati. La camera funeraria dell’imperatore non è stata ancora portata alla luce ma sembra che si sviluppi su tre livelli di falde acquifere, raggiungendo una profondità impressionante.

Tomba-di-Qin-a-Xi'an
Tomba-di-Qin-a-Xi’an

Gli scavi iniziati ufficialmente nel 1974 quando un contadino, scavando un fosso, scoprì delle punte di freccia di bronzo, hanno ad oggi portato alla luce più di 8.000 statue di terracotta.

Soprannominate appunto l’esercito di terracotta, le statue rappresentano guerrieri, servi, familiari e tutti coloro che secondo la credenza Taoista avrebbero dovuto accompagnare il sovrano nell’aldilà.

Nonostante alcune di queste statue facciano il giro del mondo venendo esposta periodicamente nei più disparati musei, l’accesso alla tomba rimane chiuso al pubblico.

All’epoca non conoscevano il termine cremazione.

Grotte di Lascaux

Si tratta di un complesso di caverne situato nella Francia sud occidentale.  Scoperta casualmente nel 1940 da quattro ragazzi francesi, le pareti delle grotte di Lascaux sono ricoperte da pitture rupestri antichissime risalenti a 17.500 anni fa, raffiguranti anche animali oggi estinti come l’uro , un grosso bovino che costituiva una delle basi alimentari più importanti del Paleolitico.

Grotte-di-Lascaux
Grotte-di-Lascaux

Dopo la fine della seconda guerra mondiale le grotte vengono aperte al pubblico e contribuirono ad incrementare notevolmente il turismo nella zona. Tuttavia a partire dal 1955 ci si accorse che l’alto tasso di anidride carbonica prodotta dai circa 1.200 visitatori quotidiani, stava danneggiando vistosamente le pitture.

Così dal 1963 e il complesso venne chiuso al pubblico e ancora oggi non è possibile accedervi anche se nelle vicinanze è possibile osservare delle repliche di alcune delle pitture presenti all’interno delle grotte.

Nord Sentinel Island

Quest’isola fa parte delle isole andamane che si trovano nella parte meridionale del golfo del bengala. Ciò che la rende interessante è anche irraggiungibile è il fatto che sia abitata dalla tribù di indigeni chiamati sentinelesi che non hanno mai voluto integrarsi con la società moderna.

Nord-Sentinel-Island
Nord-Sentinel-Island

Risultano essere anzi particolarmente ostili e reagiscono lanciando pietre e scoccando frecce a qualsiasi intromissione esterna come nel 2004 quando in seguito al maremoto che colpì l’oceano indiano, respinsero gli elicotteri di soccorso con una pioggia di frecce.

Sentinelesi-Tribu
Sentinelesi-Tribu

La loro tribù è composta mediamente tra le 50 e le 400 persone e ad oggi continuano a vivere completamente isolati dal mondo. Data loro ostilità il governo indiano ha interrotto le sue visite nel 1996 dichiarando però l’isola e la tribù sotto la sua protezione.

Snake Island

l’isola dei serpenti, cui vero nome è isola di Queimada Grande si trova al largo del Brasile nello stato di San Paolo. È stata ribattezzata con questo nome perché ospita una popolazione alquanto letale.

L’isola è infatti infestata da serpenti velenosissimi tra cui il Bothrops insularis ,uno dei più letali. Nell’isola non vive più alcun mammifero e secondo l’ultimo censimento vi sarebbero circa 5.000 serpenti. Per intenderci un serpente ogni cinque metri quadrati.

Snake-Island
Snake-Island

Per questo motivo l’isola è considerata uno dei luoghi più pericolosi del mondo e l’accesso è severamente vietato, eccezion fatta per gli studiosi che vogliono intraprendere qualche ricerca sulla fauna locale.

Nonostante ciò, in alcuni casi i serpenti possono essere utili per sorvegliare ad esempio una bambina.

Royal Air Force Menwith Hill

Gestita dalla Royal Air Force, l’aeronautica militare del regno unito insieme al NSA (Nations Security Agency) un ente governativo e deputato la sicurezza interna degli Stati Uniti, la Royal Air Force Menwith Hill è la più grande stazione elettronica di monitoraggio al mondo.

Royal-Air-Force-Menwith-Hill
Royal-Air-Force-Menwith-Hill

Costruita nel 1954 per intercettare le comunicazioni sovietiche durante la guerra fredda, la stazione si trova a 20 chilometri a ovest dalla cittadina di Harrogte nello Yorkshire in Inghilterra. Il suo compito è quello di captare informazioni di rilievo politico-militare ed economico provenienti da tutto il mondo.

Royal-Air-Force-Menwith-Hill-cartel
Royal-Air-Force-Menwith-Hill-cartel

Tuttavia data l’inaccessibilità del posto non si conoscono ancora bene le reali attività svolte all’interno della base militare. La BBC, un noto ente televisivo del Regno Unito, ha ipotizzato che possa avere a che fare con Echelon ,  un programma di spionaggio globale di cui fanno parte già Australia, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti.

Pripyat

Situata nell’Ucraina settentrionale, Pripyat era la cittadina che ospitava gran parte dei lavoratori della centrale nucleare di Chernobyl che si trova a circa tre chilometri di distanza.

Il 27 aprile 1986, un giorno dopo l’incidente al reattore 4, fu detto ai quasi 50.000 abitanti della città di prepararsi ad un evacuazione di massa che sarebbe durata qualche giorno per sfuggire alle radiazioni che si stavano propagando dalla centrale, con la falsa speranza che sarebbero potuti tornare le loro abitazioni una volta che la situazione si fosse stabilizzata.

Pripyat-Chernobyl
Pripyat-Chernobyl

Non ne ebbero mai l’occasione, l’intera zona fu investita da piogge radioattive che causarono danni a qualsiasi essere vivente, la maggior parte dei quali contrasse tumori di vario genere più modificazioni genetiche mostruose ereditate dalle nuove generazioni.

Ad oggi Pripyat è una città fantasma e non è possibile entrare nel sito a causa dell’eccessivo livello di radiazioni e di restrizioni imposte dal governo. Piccole viste guidate sono tuttavia ammesse anche se per periodi di tempo brevissimi e sotto accompagnamento di soldati armati.

Pripyat-città-fantasma
Pripyat-città-fantasma

Il panorama che si offre quello di una città completamente abbandonata, dove tutto è rimasto assolutamente intatto, così come i suoi abitanti l’avevano lasciata. È stato stimato un periodo di 600 anni affinché le radiazioni spariscano totalmente, ben di più di quanto fu detto agli abitanti di Pripyat quel giorno.

Bohemian Grove

Si tratta di un campeggio privato, ubicato in California, ampio circa 1.100 ettari e punto di ritrovo annuale del Bohemian club, un circolo privato al quale appartengono alcuni tra gli uomini più ricchi e potenti del pianeta tra cui lo stesso presidente degli Stati Uniti.

Bohemian-Grove
Bohemian-Grove

il Bohemian Grove è situato al centro del territorio di Sonoma, dove un tempo le tribù pellerossa praticavano riti esoterici di Divinazione e di cremazione.

Tradizione che il bohemian club he ereditato e continua a portare avanti ancora oggi. Le riunioni infatti avvengono una volta all’anno, dall’8 al 27 luglio e accanto discussione di economia, politica, filosofia, arte e letteratura i suoi membri si abbandonano a certe pratiche esoteriche ed occulte come la cremation of care, una processione funebre dove uomini vestiti da druidi bruciano una bara contenente un effige di un essere umano ai piedi di una statua alta 15 metri rappresentante un gufo.

cremation-of-care
cremation-of-care

Inutile dire che non si tratta di un semplice campeggio nei boschi tra amici, l’ingresso alla zona è severamente proibito a chiunque non faccia parte del Bohemian Club cosa che, come avrete intuito non è molto semplice a meno che ovviamente voi non siate una delle persone più influenti del mondo.

Resta comunque difficile pensare che le persone più potenti del pianeta si incontrino solo per chiacchierare e per bruciare manichini.

Archivi segreti del Vaticano

Si tratta della biblioteca più inaccessibile al mondo considerata proprietà personale del Papa e contenente tutti gli atti e documenti riguardanti l’attività del pontefice e degli uffici connessi alla santa sede redatti dall’ottavo secolo fino ad oggi.

Archivi-segreti-del-Vaticano
Archivi-segreti-del-Vaticano

L’archivio è composto da circa 50.000 scaffali che si estendono per una lunghezza stimata di 85 km su cui si trovano più di 35.000 volumi.

Fino al 1881 gli archivi sono rimasti totalmente chiusi a chiunque non fosse interno al vaticano e ancora oggi nessuno può accedervi se non un gruppo piccolissimo di studiosi qualificati che dimostrino di essere in possesso di determinati titoli di studio.

Archivi-segreti-Vaticano
Archivi-segreti-Vaticano

Questi possono consultare soltanto i documenti precedenti al 1939 per ridurre il pontificato di Pio XI anche se non è comunque possibile esaminare testi molto antichi ai quali è vietato anche solo avvicinarsi per evitare di danneggiarli.

Area 51

Costruita nel 1955, si tratta di una vasta zona militare operativa di 26 mila chilometri quadrati più grande dell’intera Sardegna.

Area-51
Area-51

Situata vicino al villaggio di Rachel a circa 150 chilometri da Las Vegas in Nevada, la base era originalmente chiamata a Paradise Ranch. Il termine Area 51 venne utilizzato per la prima volta soltanto alla fine degli anni cinquanta.

Gli elevati livelli di segretezza che circondano la base e il fatto che la sua esistenza sia solo vagamente ammessa da parte del governo degli Stati Uniti, hanno trascinato questa base al centro di diverse teorie complottiste a stampo ufologico, come quelle che affermano che all’interno della base sarebbero custoditi non solo resti di astronavi aliene ma anche esemplari di specie extraterrestri attualmente sotto osservazione da parte dei più importanti scienziati del mondo.

Alieni-Area-51
Alieni-Area-51

Tuttavia l’inaccessibilità del luogo rende difficile se non impossibile verificare queste teorie, ad oggi infatti l’area 51 è considerata una zona top secret alla quale è vietato anche solo avvicinarsi.

 

Condividi