Gli animali con il morso più potente del mondo, quali sono?

Gli animali con il morso più potente del mondo, quali sono?

Il mondo animale esercita su tutti noi, da sempre, un grande fascino e non smetterà mai di suscitare grande curiosità. Le specie presenti in natura sono tantissime, e catturano la nostra attenzione per ragioni diverse. Ci sono animali che si fanno notare perché sono buffi o carini, perché particolarmente intelligenti, perché maestosi come figure leggendarie; e poi, ci sono quegli animali con cui, nonostante la loro bellezza, nessuno di noi vorrebbe trovarsi faccia a faccia: pensiamo ad un leone della savana, ad una tigre, ad un orso bruno o polare, ad uno squalo, ad un alligatore. Già, tutte specie note per la loro forza e la loro ferocia. Ma vi siete mai chiesti chi, tra tutti i temibili predatori che popolano la nostra terra, ha effettivamente il morso più potente del mondo?

Se non ve la siete posta voi, qualcun altro si è certamente posto questa domanda, tanto che il fenomeno della potenza del morso delle varie specie è stato attentamente studiato, misurato e comparato.

La potenza del morso

Risulta dall’insieme e dalla combinazione dell’azione di almeno tre elementi: denti, mascella e mandibola. La potenza di queste tre componenti è stata poi misurata in newton (simboleggiata dalla N maiuscola). Il newton è la quantità di forza che serve per imprimere ad un chilogrammo di massa un’accelerazione di un metro al secondo quadrato.

Ad esempio, il morso di un essere umano può arrivare a 750 newton, l’equivalente cioè di circa 75 kg. Sembra tanto, ma è appena la metà della forza che può raggiungere il morso di un lupo o di uno squalo!

Ed il morso di un lupo o di uno squalo è nulla in confronto al morso di un leone, che raggiunge la bellezza di 4.100 newton, ovvero 420 kg. Eppure, l’animale con il morso più potente del mondo non è neanche il re della giungla.

Il primato del morso più potente del mondo

Il primato del morso più potente del mondo va all’alligatore. Gli alligatori fanno parte della famiglia dei rettili, e sono presenti nelle Americhe ed in Cina. L’alligatore è diverso dal coccodrillo: la testa è più larga e più corta, il muso è più corto e le zampe sono meno palmate. Inoltre, gli alligatori sono più sensibili alla salinità, perciò sopportano meno l’acqua di mare rispetto ai coccodrilli.

Il morso dell’alligatore raggiunge i 16 mila newton, vale a dire più di una tonnellata e mezzo! E’ l’unico animale presente sulla terra capace di imprimere al proprio morso una tale potenza, e ciò è dovuto alla diretta discendenza dell’alligatore dai più temibili animali preistorici, come il T-Rex: la specie degli alligatori, infatti, si è evoluta già dalla fine dell’era mesozoica (circa 70 milioni di anni fa).

Dai suoi spaventosi antenati, l’alligatore ha ereditato la conformazione della testa e del muso, provvista di un particolare tipo di articolazione che gli permette di distribuire in maniera omogenea la potenza, che arriva sino al cranio. In pratica, l’alligatore morde con tutto se stesso.

Nonostante sia un animale lento ed all’apparenza poco agile, la forza del suo morso l’ha reso uno dei predatori più temuti, sia dall’uomo che dagli altri animali: basti pensare che anche specie molto più grandi di lui, come l’ippopotamo, non hanno alcuna possibilità di vittoria se si trovano coinvolti in uno scontro diretto con l’alligatore.

Se doveste capitare nei suoi paraggi, fareste meglio a darvela a gambe, prima che ve le stacchi in un sol morso!

Condividi