Il sacerdote schiaffeggia il bambino per il battesimo

Sacerdote ritirato dai servizi con le scuse del vescovo: “la veneranda età ha giocato un ruolo fondamentale”

Padre Jacques Lacroix, 89 anni, ha detto che voleva solo che il ragazzo si “calmasse” durante una cerimonia a Champeaux, vicino a Melun, nella periferia sud-est di Parigi.

prete-abbraccia-bimbo

Prete-schiaffeggia-bambino Prete-bambino-battesimo

Il sacerdote cattolico ha affermato che è stato costretto al ritiro dopo aver colpito un bambino di soli due anni al suo battesimo. Padre Jacques Lacroix, 89 anni, ha detto: “Sto finendo il mio ministero ora … c’è una fine a tutto”.

Ha effettuato il bizzarro assalto durante una cerimonia presso la Chiesa di Champeaux, vicino a Melun, nella periferia sud-orientale di Parigi.

In un video dell’incidente che è diventato virale, padre Jacques è stato filmato mentre grida al bambino.

“Calmati, calmati, devi calmarti”, dice, aggiungendo “stai tranquillo” prima di stringere il viso del bambino tra le mani. Il sacerdote quindi fissa il bambino negli occhi e gli dà uno schiaffo sulla guancia con la mano sinistra. L’atto aggressivo provoca una reazione immediata da parte dei genitori inorriditi del bimbo e di altri membri della famiglia.

Negando che l’assalto fosse troppo severo, padre Jacques ha detto oggi alla Radio France Info: “Era un misto tra una carezza e uno schiaffo, speravo di calmarlo, non sapevo cosa fare”.

“Il bambino stava urlando molto e ho dovuto girare la testa per versarci dell’acqua”.

“Gli ho detto di calmarsi, calmati ma non si stava calmando, ho cercato di tenerlo vicino, volevo solo che si calmasse”.

“Mi sono scusato per la mia goffaggine nei confronti della famiglia, sto finendo il mio ministero ora, è stato il mio ultimo battesimo… c’è una fine a tutto”.

Le parole del Vescovo

Jean-Yves, il vescovo di Meaux, ha detto di aver preso misure affinché il sacerdote sia sospeso da tutte le celebrazioni del battesimo e del matrimonio”.

Il vescovo ha poi aggiunto che padre Jacques sarebbe stato permesso di celebrare la messa in futuro solo se questo fosse stato chiarito in anticipo. Padre Jacques si è reso colpevole di una “perdita di calma che può essere spiegata ma non giustificata”.

Il vescovo ha continuato dicendo: “Questo gesto è tanto più deplorevole perché il battesimo è pensato per essere un momento felice, ma la stanchezza e la grande età hanno chiaramente giocato un ruolo”. I genitori hanno accettato le scuse del sacerdote ed erano felici di vedere il ragazzo battezzato, ha aggiunto il vescovo.

Non avrebbero rivelato come i filmati dell’assalto venissero pubblicati su YouTube.

Condividi